allenamento personalizzato

14 Giu , 2021 Dialogo e Confronto

allenamento personalizzato

Riuscire a comprendere davvero quale sia l’obiettivo a cui dedicare le nostre energie non è sempre facile.

Ogni mattina, appena apriamo gli occhi, la nostra mente attiva sofisticate connessioni neurali ed intricati processi cognitivi per dare il meglio in quello che vogliamo o dobbiamo fare, crea ed organizza adeguate strategie verso il raggiungimento di un preciso obiettivo: andare a lavoro, sostenere un esame, accompagnare i figli a scuola, presentare un progetto importante…

La nostra mente è predisposta per porsi “obiettivi”, tuttavia come spesso capita, desiderare di arrivare al traguardo, non ci fa sempre vincere, purtroppo può capitare che nonostante gli sforzi e l’impegno, non riusciamo a raggiungere ciò che desideriamo.

È fondamentale allora comprendere, se ciò che pensiamo di volere è ciò che veramente è corretto per noi. Proviamo a porci qualche domanda ed a trovare la giusta risposta.

Che ne dite di queste?

Cosa vogliamo raggiungere?  La chiarezza è fondamentale, e serve a comprendere e visualizzare il nostro obiettivo.  Poniamoci delle domande, interroghiamoci, capiamo cosa vogliamo e perché lo vogliamo davvero. Diventare un fotografo, visitare Parigi, dimagrire?

Il mio obiettivo è concreto? Non concentriamoci mai su desideri troppo generici. Dire “vorrei solo essere più felice”, “vorrei viaggiare di più”, “vorrei star meglio”, non sono obiettivi concreti, ma aspirazioni generiche che possono addirittura essere frustranti e controproducenti. Gli obiettivi concreti sono definibili, semplici, iniziano e finiscono.

Come raggiungo il mio obiettivo? Attraverso una strategia, anch’essa concreta, che permetta di tracciare un percorso da seguire, verso la meta. È fondamentale strutturare e poter monitorare ogni momento ciò che è stato fatto e ciò che deve essere ancora fatto.

Il mio atteggiamento è abbastanza positivo? La mente, la forza di volontà e la determinazione sono alleate fondamentali per raggiungere uno scopo. Essere positivo, sicuro delle proprie azioni e di se stessi.  Un atteggiamento positivo sarà una vera forza motrice per le nostre azioni!

In quanto mini-obiettivi è possibile suddividere il nostro obiettivo? Ogni movimento, ogni azione è scomponibile in altri piccoli e semplici gesti o azioni. Non è più semplice così? Risolvere piccoli problemi o porsi piccoli traguardi, semplificherà sicuramente il nostro pescoso.

E poi, avvaliamoci delle persone care, della famiglia, degli amici e degli esperti. Cercare sostegno non vuol dire essere deboli, ma intelligenti, perché riconoscere i propri limiti permette di sfidare noi stessi e di imparare ogni giorno di più.

E allora… condividiamo i successi, i traguardi raggiunti, le aspettative e le mete, ma anche gli insuccessi con chi ci sostiene. Festeggiare è fondamentale, come lo è imparare a rialzarsi e rimettersi in gioco, perché vuol dire crescere e migliorarsi. E non scoraggiamoci. MAI!  

E NEL MONDO DEL FITNESS?

Anche nel mondo del fitness definire un obiettivo è fondamentale. Voler raggiungere un modello fisico o prestazionale può sembrare molto semplice, ma può rivelarsi a volte più complicato del previsto.

Perché?

Facciamo un esempio: un bambino di pochi mesi vede sulla sedia un giochino luccicante ed inizia a gattonare verso l’oggetto. Si ferma ed inizia a piangere perché non arriva a prenderlo immediatamente. Il piano della sedia sembra essere troppo alto per lui, così un adulto che ha visto la scena lo prende e glielo porge. Facile no? “Obiettivo” raggiunto. Ma siamo sicuri che l’adulto ha fatto la cosa migliore per lui? Il bimbo aveva l’occasione di mettere in pratica una serie di processi di elaborazione cognitiva e locomotoria, che avrebbero creato un precedente ed esperienza nella gestione del problema. L’adulto avrebbe potuto aiutare il bimbo a gattonare, ad arrampicarsi ed erigersi in stazione eretta, accompagnandolo verso un vero successo psico-motorio.

Tornando al “mondo dei grandi”… quante volte diciamo “mi fa male la schiena”, “voglio togliere subito il dolore” ed agiamo velocemente sul sintomo e non sulla causa? Vogliamo perdere peso e smettiamo di mangiare, senza risultati? Non sarebbe più opportuno chiederci qual è davvero il nostro obiettivo? La causa o l’effetto? E qual è il modo adeguato per arrivare al traguardo?

È fondamentale fare un’attenta analisi della situazione, pregressa e presente, “pensare più in grande”, valutare le opportunità e valorizzarle al meglio. Imparare a conoscere il proprio corpo e a riconoscere le esigenze che mutano nel corso della vita trasformandosi in nuovi traguardi da raggiungere per restare sempre #freetolive.

Scopri la nostra Community

***

Speriamo che queste righe vi abbiamo ispirato e dato qualche spunto per rispondere alla domanda iniziale. CONOSCI DAVVERO IL TUO OBIETTIVO? Lavoro, amore, amicizia, famiglia: vi auguriamo di individuare i giusti obiettivi e di raggiungerli nel modo più soddisfacente possibile. Ma se parliamo di fitness, benessere, salute… noi ci siamo.

Siamo al vostro fianco mettendo a disposizione conoscenza ed esperienza, siamo con voi per sostenervi nella definizione del vostro obiettivo, per aiutarvi a raggiungerlo, convinti che sentirsi in equilibrio con il proprio corpo, in armonia con il proprio aspetto, essere in salute e vincere qualche sfida in più può migliorare anche tutti gli altri aspetti della vita.

Scopri gli OBIETTIVI che la community di LifeLong Training ha scelto. Clicca qui

, , ,

I commenti sono chiusi.